Passa ai contenuti principali

Il peso di un bicchiere di plastica in Provincia di Vercelli

plastica_bicchiereg Quanto costano per l’ambiente i contenitori delle bevande che ogni giorno consumiamo sul posto di lavoro ( Thè, caffè, camomilla, etc..etc..) ?

Vi porto il mio esempio, ogni giorno regolarmente prende 2 o 3 bevande utilizzando quei bicchieri di plastica usa e getta. Proviamo a fare un conto, ogni bicchierino pesa 4g x 3 ogni giorno per 5 giorni lavorativi per 4 settimana per 11 mesi arriviamo ad una produzione annua di quasi 3kg di rifiuti.

Come risolvere il problema? semplice basta comprare una tazza!!!! Da qualche mese evito di portare rifiuti ad alimentare l’inceneritore di Vercelli o ancora peggio ad ingrassare le discariche della Valledora.

altri articoli sul tema: 12 

Anche l’abolizione delle borse di plastica utilizzate per la spesa porterebbe ad una netta riduzione dei rifiuti, il ritorno all’utilizzo delle buste di tela potrebbe essere una soluzione valida, da quello che leggo l’unione europea avrebbe deliberato ma il nostro parlamento come al solito decide di posticipare al 2011. Fortuna che come al solito la Coop porta il buon esempio.

altri link: 123 

Alle volte rifletto  sui contenitori di plastica degli alimenti, un tempo l’acqua minerale  consegnata a casa in cassette di plastica contenuta in bottiglie di vetro, le casse venivano depositate in cantina e regolarmente sostituite dal fornitore che si riprendeva i vuoti. Adesso compriamo casse di bottiglie di plastica, che finiscono nella campana della plastica e poi vengono (si spera) riciclate con un processi industriale complesso (gli Svizzeri sono i migliori). Ma se ritornassimo ad utilizzare le bottiglie di vetro con il vuoto a rendere ?

Anche l’uso dei flaconi dei detersivi per lavatrice e stoviglie, forse la Coop a Santhià è l’unica dalle mie parti che permette di comprare con flaconi ricaricabili, 1 euro il flacone e 1 euro al litro il detersivo, cero sono più cari ma almeno si evita di buttare troppa plastica. Peccato che siamo in pochi a pensarla in questi termini.

Molte volte ci mancano anche le specifiche per il riciclaggio, ad esempio il cartone della pizza sporca non si può buttare nella carta (fonte Piemonte parchi).

A questo punto provo con varie email a sollecitare il comune di Santhià per aver qualche informazione sullo stato di raccolta differenziata in paese. Come al solito nessuno risponde alle mie email….. Fortunatamente viene in aiuto un sito della regione Piemonte con le percentuali di riciclaggio nelle varie provincie e paesi.

Alcuni Dati (fonte anni 2008).

Percentuale totale di riciclo di Santhià: 23,40% (media provinciale circa 26% ). Di cui 3.791 tonnellate di rifiuti indifferenziati (questo dovrebbero finire nell’inceneritore di Vercelli), 1159 t di rifiuti differenziati per un totale di 4951 tonnellate di rifiuti. Le percentuali spalmate sono: Regione 48,4%Provincia 26,3%Santhià 23,4%

In dettaglio locale: Sfalci e Potature 189t, carta e cartone 323t, Ingombranti a Recupero 223, Multi Materiale 214t.

La multa pagata dal comune di  Santhià è di circa 40 mila euro all’anno (siamo quasi 10000 persone)…

Se volete vedere un comune “riciclone”  provate con Torrazza Piemonte (TO).

La provincia di Vercelli paga una multa di 263000 euro all’anno perché non supera il 45% di raccolta differenziata ( è l’ultima in classifica tra le provincie piemontesi con il 26%). Fonte: tg3 del Piemonte del 1 ottobre 2009.

Quindi all’interno delle spese della raccolta dei rifiuti troviamo direttamente anche il costo della multa!

Commenti

Silvia ha detto…
Io ho preso la brocca per depurare l'acqua e sto meditando di comprare anche la macchinetta per gasarla (al momento uso l'idrolitina)!
Non saprei fare dei conti precisi come i tuoi ma direi che risparmio una bottiglia di plastica al giorno, oltre allo sbatti di portare le casse d'acqua dal supermercato a casa ;-)
Marco Berri ha detto…
ciao, per il calcolo basta moltiplicare il peso della bottiglia per tutte le volte che la riempi! :) Anche io vorrei utilizzare una brocca ma l'acqua dalle mie parti è schifosa!

Post popolari in questo blog

La macchina del pane - Bifinett KH 1170

le ricette Abbiamo ricevuto in regalo una macchina del pane, accessorio che mai avevo immaginato di comprare, perchè ho sempre pensato che consumasse un sacco di corrente elettrica e che tanto valeva comprarlo dal panettiere. Secondo varie ricerche internet, ad esempio qui , farsi il pane è invece decisamente conveniente, perchè costerebbe meno di un euro al chilo, con l'ulteriore vantaggio di sapere le materie prime utilizzate. Su internet poi ci sono un sacco di ricette, manuali, consigli, post e forum che ne discutono e danno consigli. A me che piace spacioccare in cucina, ma che ho poco tempo, si è aperto un mondo tutto da scoprire!! Infatti già con il solo pane è possibile sbizzarrirsi nell'aggiunta dei più disparati ingredienti e nella scoperta che esistono un sacco di tipi di farine, ma in più è possibile anche fare dolci, e qualcuno ci ha fatto persino la polenta, il mou e il risolatte. Niente da dire, semplicemente, proverò tutto!! Qui un po' di manuali crea

Trekking da Eaux Rousses al Lacs Djouan – Valsavarenche (AO)

Partenza da Eaux Rousses 1666m Arrivo ai Laghi di Djouan 2516 Dislivello: 900m circa. tempo: 2:30 ore circa. Partiamo da casa, il tempo è bruttino e nuvoloso. Appena arriviamo a Valsavaranche lasciamo le nuvole sotto di noi e si apre una meravigliosa giornata di sole contro tutte le aspettative. Parcheggiamo nei pressi dell’Hotel Paradisia a Eaux Rousses   1666m , siamo io, Silvano e Anna. Seguiamo il sentiero n.. 8C (alta via n..2) che sale in traverso tra qualche sterpaglia fino a migliorare in un bel sentiero largo e comodo. Mano a mano che saliamo il Gran Paradiso spunta in tutta la sua bellezza, si vede la prima neve invernale fresca che brilla al sole. I colori autunnali sono bellissimi, alberi, prati marroni e spruzzate di neve rendono la valle addormentata. Sul sentiero parte in volo un fagiano di monte molto bello. Intanto due rapaci di grosse dimensioni volano intorno alla punta della montagna. Silenzio, pace, natura non incontriamo altre persone.Il primo ru

Reportage sulla Volpe - scaricabile gratuitamente

" Reportage la volpe ", questo il titolo dell'opuscolo ideato dalla LAC di Novara in collaborazione con la LIPU sez.Biella Vercelli, pubblicato interamente grazie al CSV di Novara . La foto di copertina è di Roberto Marcon, mentre le altre sono state messe a disposizione dal Responsabile della nostra sezione, Giuseppe Ranghino. I testi, redatti da Eleanna Zambon, Giuseppe Ranghino e Stefano Costa, fanno da cornice alle splendide foto, che di per sè già parlano da sole. E' possibile scaricare l'opuscolo in formato pdf visitando il sito delle GEV di Novara, oppure cliccando qui . [ via lipublog ] Technorati Tag: volpe , lac , natura , ecologia , fotografia , Parco nazionale del Gran Paradiso