Passa ai contenuti principali

Colle della Vecchia da Zendelabaz

Da: Zendelabaz - 1021m
A: Colle della Vecchia - 2187m
Dislivello: 1166m
Tempo: 3 ore e 20

Dopo diversi mesi di piacevole pausa dalla montagna riprendo con una bella scarpinata nella bassa Valle di Gressoney. Siamo io, Anna e Pinu, la giornata è nuvolosa, un poco di vento con temperatura mite. Parcheggiamo a loc. Zendelabaz (Gaby) 1021m appena dopo aver attraversato il ponte sulla destra. Si percorre la strada asfaltata che passa a fianco del campeggio, dopo qualche minuto sulla destra si trova la partenza del sentiero 9a .

Il sentiero è la vecchia realizzata da Federico Rosazza per facilitare il commercio tra il Biellese e la Valle di Gressoney. La mulattiera è in ottime condizioni e anche molto ben segnalata. Il percorso inizia con stretti tornanti sotto ad un bel bosco.

La zona boschiva si apre sull’alpeggio di Lamponey 1341m,con alcune baite abbandonate.

Proseguendo si arriva all’alpeggio di Beccaz 1503m e successivamente quello più ampio di Trusinot a 1694m.

Arrivati all’alpeggio Fontane a 1877m è possibile iniziare a vedere il colle ancora avvolto dalla neve. Intanto una piccola marmotta appare sul sentiero e ci osserva incuriosita per qualche istante prima di scappare via veloce.

L’ultimo caseggiato prima del Colle della Vecchia è il Blafi a 1994m, il sentiero diventa più stretto e i tornanti più ripidi e decisi fino ad arrivare al colle 2185m dove come al solito tira moltissima aria..

Inizio del Sentiero

partenza del sentiero

IMG_7540

la mulattiera nel bosco

IMG_7549

alpeggi

IMG_7546

alpeggi

IMG_7564

IMG_7556

la Valle di Gressoney

Colle della Vecchia ancora innevato

il colle

IMG_7578

l’ultima parte del sentiero

IMG_7565

sulla dx la Punta della Vecchia 2385m

nota: Questa volta il tracciato Gps è stato realizzato con 3 diversi dispositivi, HTC Hero, eTrex e il myTach, nel file scaricabile nella pagina dei tracciati gps è possibile trovare tutti e tre i tracciati con relativi wp.

Cartina - colle della vecchia da Gressoney

Cartografia:Basse Valli d’Ayas e Gressoney - l’Escursionista Editore - 1:25000

altre foto

tracciati gps

altre info su web

Commenti

Abond ha detto…
Ciao Marco, era un pò che non leggevo un vostro post di trekking ed avete avuto un gran bel motivo per fare "pausa". Complimenti.

Anche io quest'anno sono un felice possessore di HTC Hero e volevo chiederchi con che programma hai preso la traccia.
Io ho scaricato HI-HIKER Pro e propio domenica ho fatto un'uscita per provarlo ma non mi funziona.

Grazie e buone montagne.
Marco Berri ha detto…
ciao,
grazie!

per l'Hero ho scarica my tracks, gratuito e funzionale! Calcolando che è il primo che uso mi sono trovato bene... devo capire se esiste qualcosa per salvare dei punti di interesse (wp)...

a presto!

Post popolari in questo blog

La macchina del pane - Bifinett KH 1170

le ricette Abbiamo ricevuto in regalo una macchina del pane, accessorio che mai avevo immaginato di comprare, perchè ho sempre pensato che consumasse un sacco di corrente elettrica e che tanto valeva comprarlo dal panettiere. Secondo varie ricerche internet, ad esempio qui , farsi il pane è invece decisamente conveniente, perchè costerebbe meno di un euro al chilo, con l'ulteriore vantaggio di sapere le materie prime utilizzate. Su internet poi ci sono un sacco di ricette, manuali, consigli, post e forum che ne discutono e danno consigli. A me che piace spacioccare in cucina, ma che ho poco tempo, si è aperto un mondo tutto da scoprire!! Infatti già con il solo pane è possibile sbizzarrirsi nell'aggiunta dei più disparati ingredienti e nella scoperta che esistono un sacco di tipi di farine, ma in più è possibile anche fare dolci, e qualcuno ci ha fatto persino la polenta, il mou e il risolatte. Niente da dire, semplicemente, proverò tutto!! Qui un po' di manuali crea

Trekking da Eaux Rousses al Lacs Djouan – Valsavarenche (AO)

Partenza da Eaux Rousses 1666m Arrivo ai Laghi di Djouan 2516 Dislivello: 900m circa. tempo: 2:30 ore circa. Partiamo da casa, il tempo è bruttino e nuvoloso. Appena arriviamo a Valsavaranche lasciamo le nuvole sotto di noi e si apre una meravigliosa giornata di sole contro tutte le aspettative. Parcheggiamo nei pressi dell’Hotel Paradisia a Eaux Rousses   1666m , siamo io, Silvano e Anna. Seguiamo il sentiero n.. 8C (alta via n..2) che sale in traverso tra qualche sterpaglia fino a migliorare in un bel sentiero largo e comodo. Mano a mano che saliamo il Gran Paradiso spunta in tutta la sua bellezza, si vede la prima neve invernale fresca che brilla al sole. I colori autunnali sono bellissimi, alberi, prati marroni e spruzzate di neve rendono la valle addormentata. Sul sentiero parte in volo un fagiano di monte molto bello. Intanto due rapaci di grosse dimensioni volano intorno alla punta della montagna. Silenzio, pace, natura non incontriamo altre persone.Il primo ru

Reportage sulla Volpe - scaricabile gratuitamente

" Reportage la volpe ", questo il titolo dell'opuscolo ideato dalla LAC di Novara in collaborazione con la LIPU sez.Biella Vercelli, pubblicato interamente grazie al CSV di Novara . La foto di copertina è di Roberto Marcon, mentre le altre sono state messe a disposizione dal Responsabile della nostra sezione, Giuseppe Ranghino. I testi, redatti da Eleanna Zambon, Giuseppe Ranghino e Stefano Costa, fanno da cornice alle splendide foto, che di per sè già parlano da sole. E' possibile scaricare l'opuscolo in formato pdf visitando il sito delle GEV di Novara, oppure cliccando qui . [ via lipublog ] Technorati Tag: volpe , lac , natura , ecologia , fotografia , Parco nazionale del Gran Paradiso