sabato 5 luglio 2008

Via Ferrata Bethaz-Bovard

Partiamo con il gruppo escursionistico del Cai di Biella per due giorni tra le montagne della Valgrisenche. Arriviamo al paese di Valgrisenche, parcheggiamo dove finisce la strada (non so darvi molte indicazioni, ero in macchina con Marco e continuavo a parlare e non ho fatto caso alla strada). La valle è molto bella anche se investita dalla bruttura di una diga costruita e mai entrata in funzione.

 La Valgrisenche

La diga

La giornata è molto bella e soleggiata, siamo parecchio carichi (ho pesato 15 kg di zaino), infatti oggi ci tocca la ferrata, raggiungere il rifugio degli Angeli e domani mattina la salita su ghiacciaio fino alla Becca du Lac, quindi ho dietro ramponi, piccozza, corda e vestiti pesanti per il ghiacciaio.

Prima di partire Riccardo ci spiega rapidamente come funziona una ferrata e la differenza con quelle Dolomitiche.

IMG_4443.JPG

La salita inizia semplice, i primi 5 metri sono ripidi e il leggero strapiombo ed è forse l'unico tratto atletico della salita. In gruppo siamo circa una ventina e la salita procede lentamente per aspettarsi, tra il gruppo ci sono anche persone che non hanno mai fatto una ferrata.

Dopo una bella scalatina di metri si arriva alla fine della prima parte, la ferrata termina su di un sentiero che si può utilizzare come via di fuga per ritornare alle macchine, ci fermiamo e raccogliamo il gruppo che arriva.

Per tutto il percorso ho avuto il mitico Ezio davanti, la via non era molto emozionante e neanche atletica, una lunga scala in salita.

Ezio

 

Il secondo blocco esce dalla vegetazione e ci fermiamo su una specie di pascolo dove naturalmente ci sono dei sentieri con le eventuali vie di fuga, iniziamo a seguire il sentiero che ci porta sotto delle rocce in strapiombo, più che ferrata un sentierino attrezzato nella parti più difficili.

L'ultima parte è la più carina, si trova un passaggio atletico dove si sale seguendo una bella cresta.

Verso la cresta

La ferrata termina sulla punta della Becca dell'Aouille dove si trova un ripetitore che si nota per tutto il tratto della ferrata.

Il ripetitore alla fine della ferrata

Sono circa 1000 m di ferrata (1661 a 2605) fatti in 4:00 ore (con calma  aspettando tutto il gruppo)

A mio giudizio la ferrata non è molto bella, molto panoramica sulla valle ma c'è tantissimo ferro, proprio tanto! uno scalino ogni spanna e in alcuni tratti addirittura due cordoni di ferro, uno per parte!

 IMG_4457.JPG

 

ferrata_bethaz_bovard

 

 

tracciati gps

altre foto

Nessun commento: