sabato 5 gennaio 2013

Galaverna




Galaverna da Nebbia di prima mattinata


Fili di Galaverna



Galaverna su vegetazione







La Galaverna o calaverna si forma nelle notti quando la temperatura è sotto 0°. Prima si forma la Brina, successivamente il vento freddo trasporta le microgoccie in sospensione aerea sulle superfici esposte alle intemperie. Fenomeno presente in caso di inversione termica con suolo più freddo rispetto alla parte superiore atmosferica, molte volte preceduto da nebbia nelle zone di pianura.

Esistono due tipi diversi: 
- da nebbia: le superfici sono a 0 gradi e l'aria ha una temperatura maggiore le microgoccie si depositano sulle superfici orizzontali passando allo stato solido.  La presenza di questo fenomeno non è dannoso per la vegetazione, anzi permette di bruciare gli afidi presenti sulle piante.
-  da pioggia: molto dannosa, fenomeno locale che arriva anche a causare forti danni alla vegetazione per il peso del ghiaccio sui rami. Questo fenomeno è dato da uno strato di aria fredda boccato al suolo, la caduta di una leggera pioggia (quindi uno strato caldo in alto) causa la solidificazione della pioggia che si deposita in quantità sulla vegetazione.

Nessun commento: