lunedì 11 giugno 2012

Bagolaro o Spaccasassi



Celtis Australis

Indigena delle aree mediterranee diffusa in tutta Europa. 
Si adatta bene alle grandi città e sopporta molto bene l'inquinamento delle grandi aree di traffico urbano. Albero quasi totalmente immune alle malattie

Il legno un tempo veniva utilizzato per manici di frusta, stanghe di carrozze e lavori al tornio.


Radici: L'apparato radicale è molto esteso e molto forte alle volte causa danni alla pavimentazione di strade. Il bagolaro sopporta molto bene i suoli aridi e sassosi, utilizzato per i rimboschimenti.

Fusto: colore grigio, con il tempo si fessura orizzontalmente, il colore ricorda quella del faggio.

Foglie: Di 5-6 cm, Semplici, alterne, con margine finemente seghettato, picciolo corto, apice acuminato, scalbre sulla pagina superiore e tomentose su quella inferiore.

Frutti: Eduli, dolciastri con poca polpa sono molto ricercati dagli uccelli.



alberature a Vercelli


il tronco con fessure orizzontali



i frutti


dettaglio foglia pagina inferiore, si nota l'effetto tomentoso e il colore più chiaro

foglia pagina superiore

foglia pagina inferiore

dettaglio foglia pagina superiore


danni da radice

danni da radice

In Vercelli è possibile osservarli nel Parco Kennedy zona stazione


Nessun commento: