martedì 23 giugno 2009

Gara di motonautica F2 prevista per il 27 e 28 Giugno sul lago di Viverone

Vi segnalo:

Di seguito il testo della lettera di dissenso inviata a:

Presidente della Regione Piemonte Prof. Mercedes Bresso
Assessore ai Trasporti e Infrastrutture della Regione Piemonte Dott. Daniele Borioli
Direzione Trasporti Sett. Navigazione Interna
Regione Piemonte Assessore all’Ambiente, Parchi e Aree Protette Dott. Nicola De Ruggiero
Regione Piemonte Settore Pianificazione Aree Protette
Prefetto di Biella
Sindaco del Comune di Viverone
Comando Compagnia Carabinieri di Biella
Stazione dei Carabinieri di Biella
Stazione dei Carabinieri di Cavaglià
Comando Corpo Forestale dello Stato

Il pdf è scaricabile da qui

In data 27 e 28 giugno c. a. avrà luogo sulle acque del lago di Viverone, nel Comune di Viverone, una gara di motonautica di Formula 2.
Tale evento era stato probabilmente autorizzato dalla trascorsa amministrazione comunale di Viverone nella persona dell’allora Sindaco Sig. Monti.
Tale autorizzazione è stata, a nostro modesto avviso, rilasciata in violazione a quanto contemplato dal Regolamento Regionale n. 4/ R del 14 Aprile 2000 (e successive modifiche), disciplinante la navigazione sul Lago di Viverone.
Infatti, all’Articolo 2, comma 11: “È vietata la navigazione alle unità da competizione”.

L’articolo 13, comma 2, riguardante le possibilità di deroghe al presente regolamento in materia di manifestazioni, fa riferimento solamente all’articolo 2, commi 2, 3, 4 escludendo di fatto il succitato comma 11.

Inoltre, l’art. 2 del Regolamento regionale del 14 maggio 2002, n° 3/R, consente, in via sperimentale, in deroga a quanto previsto dall’art 2 comma 10 del Regolamento Regionale n. 4/ R del 14 Aprile 2000 la navigazione alle unità a motore senza limiti di potenza, di lunghezza non superiore a 6,5 metri, munite di apposita autorizzazione rilasciata dal Comune di Viverone. Tali autorizzazioni non possono superare le 30 giornaliere.
Anche in questo caso la deroga non viene concessa al citato comma 11.

Inoltre, essendo il lago di Viverone tutelato in quanto è Sito di Interesse Comunitario (SIC), nonché Zona di Protezione Speciale (ZPS) ed essendo la gara un intervento NON finalizzato alla conservazione dell’area protetta, deve essere effettuato lo studio di Valutazione di Incidenza come previsto dal DPR 357/97, successivamente modificato con DPR 120/03. Tale studio dovrebbe ottenere l’avallo da parte dell’Assessorato Parchi e Aree Protette.
Si tiene tuttavia a precisare che in questo periodo è ancora in corso la riproduzione e l’allevamento dei pulcini di diverse specie di uccelli che nidificano ai bordi dei canneti. Di conseguenza, una gara motonautica provocherebbe sicuramente un forte impatto negativo provocato dall’azione meccanica delle acque provocata dal passaggio dei natanti ad elevata velocità e dal rumore. Già attualmente è stato documentato il disturbo ogni qualvolta un natante transita nella zona anche se entro i limiti consentiti. Si deduce che tale effetto sarà fortemente accentuato dal fatto che le unità da competizione sono in numero elevato.
Purtroppo, con rammarico, assistiamo da tempo ad interventi che violano o non rispettano le Direttive europee in materia di SIC e ZPS, dimenticando che l’Italia, come Membro dell’Unione Europea, deve rispettarne le Direttive e non beneficiare solamente dei finanziamenti concessi.

Pertanto si chiede che tale gara venga annullata in quanto in contrasto con le disposizioni vigenti, e qualora venga attuata, sia sanzionato come prevede l’art. 17 del Regolamento 4/R chi ha autorizzato la gara, nella misura massima prevista per ogni unità da competizione che parteciperà alla gara per le due giornate.


Distinti saluti

Dott.ssa Giorgia Gaibani
Responsabile LIPU
Settore IBA e Rete Natura 2000

[via lipu blog]

Nessun commento: